Gruppo del Carro Mascherato 1982-1986

Il Gruppo del Carro Mascherato nasce nell’inverno del 1981 con lo scopo di allestire un carro allegorico per la sfilata di carnevale organizzata dall’amministrazione comunale che si sarebbe svolta per le vie di Vedelago.
Già negli anni precedenti in occasione del carnevale si preparava un carro ornato da frasche che portava i bambini in maschera in giro per Barcon con capolinea la festa organizzata in asilo ed i crostoli e le frittelle preparate dalle mamme.

Forte di questa tradizione si crea un gruppo affiatato di barconesi che nei 5 anni successivi mieterà consensi nel periodo carnevalesco ma che soprattutto sarà impegnato nei mesi precedenti la sfilata all’ideazione ed alla creazione del tema prescelto.
Una buona parte di Barcon veniva coinvolta nella realizzazione del carro: chi si occupava dell’aspetto ideativo-organizzativo, chi della realizzazione delle strutture, chi della confezione dei costumi.
Sono rimaste nella storia le serate impiegate a tagliare nella gommapiuma e poi incollare ogni singola penna per i costumi delle “Galline tutte matte” o nel sagomare con carta crespa e fil di ferro centinaia di fiori di pesco e poi attaccarli nel grande albero del “Mondo delle api”.
Inoltre in ogni nuova edizione del carro trovava posto una potente macchina spara-coriandoli e negli anni il Gruppo del Carro Mascherato ha perfezionato la tecnica di produzione di questi indispensabili elementi del carnevale: si arrivava a produrre sacchi e sacchi di coriandoli partendo dai fogli dei quotidiani e passandoli a mano nella macchina per fare le tagliatelle per poi tagliarli ulteriormente utilizzando delle normali forbici.

A voler sottolineare che il carnevale è una festa soprattutto per i più piccoli, il Gruppo del Carro Mascherato coinvolgeva i bambini delle elementari che erano chiamati ad interpretare il tema del carro attraverso la creazione di pannelli disegnati ed esposti alla base del carro stesso.
La produzione del Gruppo del Carro Mascherato si ferma nel 1986 in concomitanza con la sospensione del carnevale da parte dell’amministrazione comunale di Vedelago.
L’avvento della cartapesta a scapito dei materiali più semplici nella costruzione dei carri allegorici, la scarsa disponibilità di spazi adeguati per la loro realizzazione e l’interesse venuto meno dovuto ai figli non più in età scolare hanno portato all’abbandono del Gruppo non dimentico, però, della straordinarietà di ciò che è stato e dei risultati ottenuti.

L’eredità del Gruppo del Carro Mascherato è stata ripresa negli anni successivi dal Gruppo del Torcio formato dalla nuova generazione di genitori dei bambini di Barcon.

1982: La fameja patriarcale

1983: Fattoria ‘Le galline tutte matte’

1984: Alpini in maschera

1985: Carnevale a Venezia

1986: Il mondo delle api

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *